Tel.+39 049 8830675

E-mail: info@unicarve.it

CONTRATTI DI FORNITURA DI ACQUA PER USO ZOOTECNICO – ATTENZIONE ALL’AUMENTO DELLE TARIFFE

9 luglio 2019

Informazione rivolta alle aziende associate in possesso di contratti di fornitura di acqua per uso zootecnico

L’autorità nazionale di regolazione per l’energia, reti e ambiente – ARERA – con delibera 665/2017 ha definito i nuovi criteri per il calcoli delle tariffe del servizio idrico, ai quali tutti i gestori nazionali sono obbligati ad adeguarsi.
L’obiettivo è quello di conformare le bollette a livello nazionale e di far pagare in base ai consumi reali.
A causa di questa nuova disposizione i gestori delle acque stanno adeguando le tariffe applicate modificando le condizioni esistenti anche in modo erroneo. Nei casi in cui l’acqua è destinata all’uso zootecnico, si ha come risultato un sensibile aumento per le aziende zootecniche dei relativi costi.
Tutto questo avviene in modo difforme tra gli enti di distribuzione e per questo consigliamo tutte le aziende di controllare le fatture ricevute, verificare le tariffe applicate oggi rispetto a quelle precedenti il 2019 e in caso di aumento, contattare nel caso in cui si riscontri un aumento della tariffa applicata, gli uffici dell’ente di distribuzione dell’acqua ed evidenziare la propria situazione di azienda con allevamento chiedendo l’applicazione dell’art. 18 della su menzionata delibera di ARERA.
L’art. 18 infatti prevede delle categorie “agevolate” tra cui le aziende agricole e zootecniche, in base alla quale gli acquedotti sono tenuti ad applicare delle tariffe che tengono conto dell’utilizzo finale dell’acqua attraverso la definizione di quote più basse rispetto a quelle destinate all’uso domestico.
Per ri-adeguare le tariffe è spesso sufficiente scaricare la modulistica prevista dal sito internet dell’acquedotto, e una volta compilato inviarlo insieme alla copia dell’iscrizione alla Camera di Commercio da cui si evince l’attività di allevamento svolta.

acqua

FacebookTwitterGoogle+Condividi